Letteratura in epoca Tang

POESIA

1)      shī (诗): vari tipi (di metrica e contenuti)

2)       jí (epoca Tang e Song)

3)      Yuan (epoca Yuan)

Nella poesia Tang il processo di codificazione (delle regole tonali) si divide in:

a)      (gǔ, 古) tíshī 体诗 (stile antico, nato durante gli Han Orientali)

b)      jīn tíshī 近体诗 (stile moderno, nato nel V-VI secolo), a sua volta diviso in:

  1. jué jù (绝句= versi troncati), le più corte, composto in 4 versi cioè una sola quartina composta da 5 caratteri (五言绝句) se non ci sono parole bisillabiche o da 7caratteri (七言) se ci sono parole bisillabiche;
  2. lǜ shī (律诗 = poesia della legge, codificata) in cui le regole metriche sono più rigide. È costituito da 2 quartine (quindi 8 versi) da 5/7 caratteri. Qui l’attenzione non si ferma sulle 2 quartine ma sui 2 distici interni (il primo introduce al contesto della poesia, il secondo/terzo distico contiene un climax e il quarto dà la conclusione). I versi dei distici sono caratterizzati da un forte parallelismo sintattico-semantico che rendeva intuitivo il significato. Il distico finale presenta spesso un enjambement. L’importanza viene data ai due distici centrali. Ma non tutte le poesie di questo tipo hanno un forte parallelismo e questo perché molte poesie erano occasionali, per esempio potevano essere esercitazioni o giochi di abilità fra letterati nel comporre poesie, una sorta di passatempo (vedi gara di abilità ne “Il Sogno della Camera Rossa”);
  3. pái lǜ (排律 = versi concatenati codificati), poesie molto lunghe, composte da un distico iniziale ed uno finale in 5/7 versi disposti, però, in fila.

Le poesie (soprattutto quelle del tipo shī) sono spesso occasionali e brevi perché di contenuto non narrativo (quindi descrittivo). I temi erano basati sui sentimenti (spesso convenzionali) dell’autore a proposito di eventi significativi nella propria vita sociale di burocrate: i poemi erano così scritti su richiesta di un collega o in risposta ad una sua poesia. Le descrizioni erano brevi e disposte l’una accanto all’altra. Il tema meno affrontato è l’amore. Infatti i poeti di epoca Tang sono molto riservati (tutt’al più c’è qualche accenno all’amore coniugale, alla malinconia per la lontananza e poco più). In genere si parla di allontanamento dal luogo natio (a causa degli esami, della gavetta e così via). Non essendoci lo spazio per elencare le particelle grammaticali spesso i verbi non compaiono. La critica politica (espressa sempre in termini convenzionali) è spesso esplicata in yuèfú; rara è la poesia paesaggistica.

FASI POESIA TANG: (4, paragonate alle stagioni)

1) chū táng (初唐=inizio, Primavera), 618-705 d.C. circa

2) shèng táng (盛唐=fiorente, Estate) 700.755 d.C.

3) zhōng táng (中唐=media, autunno) 755-810-15 d.C. circa

4) wǎn táng (晚唐=tarda, Inverno) 810-906 d.C. circa.

I contenuti delle 4 fasi sono sempre gli stessi. Sono le tonalità, invece, che cambiano: le fasi si sviluppano passando dal vigore della giovinezza alla maturità serena e malinconica fino all’abbandono.

La prima fase, la Primavera, è caratterizzata dall’abbandono dello stile precedente (imperiale o di corte, il gong tishi) del periodo delle Sei Dinastie e che aveva funzione celebrativa (cantava lo splendore e il lusso della vita aristocratica) ma che parlava anche della malinconia e dalla freddezza che trasmetteva lo sfarzo. Altro tema era la transitorietà della vita. Ancora prima di questa “fase di palazzo” (fra III-IV secolo) il tema della caducità della vita era ancora diffuso insieme all’ “immortale atlante”, colui che andava in cerca dell’immortalità (credenza legata all’alchimia) ma anche nelle vite future (visione taoista e buddhista). Con i Tang l’aristocrazia incomincia a decadere e ad essere sostituita da letterati di origine più modesta che hanno studiato per acquistare importanza e che quindi si sono meritati il loro status (che prima era ereditario). Altro tema pre-Tang era quello della gloria militare, il concetto di eroe valoroso non esiste ma il militare è visto come una persona infelice (sempre per il motivo della separazione). Con l’espansione del territorio durante i Tang furono molti i letterati a sperimentare in prima persona la vita di militare. Con il termine delle lotte si apriva la speranza di un’epoca di pace. C’era la possibilità di costruirsi il proprio destino (per entrare nella carriera burocratica) e tutto questo infuse ottimismo. All’ottimismo si accostò l’incertezza e la paura della responsabilità. Ricordiamo  Zhang Ruoxu (660-720 circa) con la poesia “Chungjiang huayue ye” (= “Un fiume a primavera, una notte di fiori e di luna”) composta da 9 quartine e settenari. Il suo componimento viene composto in base ad uno yuèfú (dell’epoca Han).

 – La seconda fase, l’apogeo (Estate), è caratterizzato dal Quán Táng shī (全唐诗), una raccolta del XVIII secolo composta di 50mila componimenti di 2mila e passa autori. È la più completa di questo genere di raccolte lunghe (che sono circa 130). Un’altra raccolta famosa che contiene 300 poesie, “Trecento poesie Tang” (“Tang shi sanbai shou”), è stata compilata nel XVIII secolo a scopo pedagogico (poesie facili da capire e memorizzare) per dare una conoscenza dei classici elementari agli studenti sui 10 anni. È divisa in: poesie di genere antico (gǔ tí shī古体诗), poesie codificate (lǔ shī) e poesie jué jù ma la matrice è abbastanza variabile. L’apogeo Tang, la maturità, corrisponde a circa 20 anni (partecipazione alla vita pubblica). Ricordiamo, in particolare, tre figure di mentalità diversa: Lǐ Bái, Dù Fú, Wáng Wéi. In epoca Tang, infatti, si parla di sincretismo religioso.

***

Fine contenuto visibile ai non iscritti

Ciao, sono Silvia 🙂 Questo è uno degli articoli del mio blog che ha più aiutato gli studenti a passare gli esami nelle varie università “orientali” d’Italia.

Se sei interessato a questo e ad altri articoli originali di cincina.blog ti invito ad iscriverti per un anno intero. Il costo dell’iscrizione è simbolico per il tuo supporto al mio lavoro.

Se ti iscrivi sbloccherai i contenuti sui vari poeti e scrittori Tang come Li Bai, Du Fu, Bai Juyi ecc., la terza e quarta fase della poesia Tang, la prosa Tang con i vari generi (chuangqi, xiaoshuo, ecc.) e scrittori (Hanyu, ecc.).

Non perderti il resto…iscriviti!

Iscriviti per continuare a leggere!

Accedi a tutti i contenuti del blog

Bibliografia: appunti lezioni della prof.ssa Casalin e “Letteratura cinese” di Idema-Haft

3 pensieri su “Letteratura in epoca Tang

    1. Addirittura ad insegnare…ma allora mi vuoi male! 😀 No no, lascio l’insegnamento ai competenti e/o ai santi (anche se ci sono molti incompetenti che insegnano…spero non dove ti trovi te). In che università o ente studi, a proposito?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...